NITA CALAMITA

Già solo
un tuo sorriso
è un universo
con tutto l'infinito
dei suoi spazi
riassunto nella grazia
della tua figura :
gli occhi brillanti,
il naso fermo
e, all'improvviso,
la piegatura del labbro
sopra il bianco
dei denti.
Quel non so cosa
che ti fa essere Nita:
il tuo calore,
la tua forza segreta,
la dolce calamita…
E' la porta misteriosa
che mi ha spinto
dritto nel tuo amore.
NITA MAGNET

One smile of yours
it's a universe
by itself
with all the infinity
of its spaces
condensed in the grace
of your figure :
bright eyes,
steady nose
and, suddenly,
your lip curling
over the white teeth.
That indefinable something
which makes you be Nita:
your warmth
your secret strength,
a sweet magnet…
It is the mysterious door
that pushed me
directly into your love

INTERMITTENZA

In questi giorni
la mia vita
è diventata attesa:
l'intermittenza
di vederti
prima di lontano
e poi via via
sempre più vicino,

di sfiorarti
con la mano,
di stringerti la notte
e di inseguirti
col pensiero.
Tu, sole del mio giorno
di nuovo illuminato,
appartieni , lo so, solo
a te stessa
e non c'è laccio
che ti abbia conquistato,
non c'è promessa
per il prigioniero.
Eppure non m'importa
e sono tutto tuo
in quello che faccio.
Non voglio più lavarmi
dove mi hai toccato,
non voglio più mangiare
con la bocca che hai baciato

CONTATTO

Se questo
è il modo
per prendersi la vita
succhiandola
fuori dalla bocca,
c'è una ragione
ed è per quella, Nita,
che avevi paura
del contatto.
Passando per i sensi
entriamo l'una nell'altro
ed è difficile
tornare separati,
sciolti di nuovo
da fili ormai intrecciati.
Tu mi eri entrata già
dentro, dagli occhi.
Ma, ora respirandoti
mia sempre più stretta,
per la prima volta
sento mescolati
i due destini.
Sei sciolta in me
anima e corpo,
anche se dici
che, nella lontananza,
il tempo attenuerà
ogni cosa
e ci farà sbiaditi :
disintossicati
l'una dell'altro
(soli, di nuovo,
e ancora più traditi) .

LE TUE MANI

Sulle tue mani
scriverò un trattato,
più filosofico
che di anatomia :
segno portante
della tua figura
di donna delicata
e volitiva,
di creatura esigente
che non si accontenta
mai di niente
che non sia voluta
e sempre pronta
a fuggire via.
Tenera amante
piena di passione,
eppure comandante
nell'azione,
dentro l'esclusiva
della tua autonomia,
tenendo tu la chiave
della prigione :
la dolcezza assoluta
sotto l'armatura.
Una gazzella
e un gatto,
per un ritratto
delle tue dita,
bella amazzone di vita.
Mani di vergine,
mani di guerriera
mani di Nita.

SOGNO

Che ardente sogno
dentro la tua bocca :
preso e lasciato
arreso dentro il morso
di nuovo trascinato
spinto e risucchiato
dalla forza potente

del tuo amore.
E non volere
più niente d'altro,
se non essere te
dentro di te
nel cuore del tuo cuore,
diventato parte
del tuo stesso odore.

QUANDO SARO' LONTANO

Quando sarò lontano
ti sognerò
e, sognandoti,
mi sforzerò
di non sognare
pensando di toccare
per davvero
la tua pelle di luna
i tuoi capelli
e metterò la mano
sulla tua schiena
sotto la maglietta,
da te guidato lì
ridendo per l'intesa.
E riuscirò,
perfino sul fantasma,
a fare presa.


INTERMITTENCE

During these days
my life
has become waiting:
the intermittence
of seeing you
first from far
and then
coming closer,

of touching you
with my hand,
of holding you at night
and chasing you
with my thought.
You, sun of my day
lit up again,
belong, I know, only
to yourself
and there's no tie
that could win you ,
no promise
for the prisoner.
But I don't care
and I'm all yours
in everything I do.
Don't want to wash
where you touched me,
don't want to eat
with the lips you kissed.

TOUCH

If this
is the way
for taking one's life
sucking it
out of the mouth,
there's a reason
and it is for that, Nita,
you were afraid
of touch.
Passing through our senses
we enter one another
and it's hard
To get separated ,
untied again
our threads twisted by now.
You had entered in me
already, through my eyes.
But now, breathing you
mine tighter and tighter,
for the first time
I feel blended
two destinies.
You're melted in me
body and soul
even if you say
that, when apart,
time will lessen
every thing
and will make us dull :
detoxicated
one another
(alone, again,
and even more betrayed.)

YOUR HANDS

I will write a treatise
about your hands,
more philosophical
than anatomical :
fundamental sign
of your form
of delicate woman
and strong-willed,
of demanding woman
who 's never satisfied
with anything less
than what she wants
and always ready
to run away.
Tender lover
full of passion
yet commander
in the action,
inside the exclusivity
of your independence,
you keeping the key
of the jail :
the absolute sweetness
under the armour.
A gazelle
and a cat,
for a portrait
of your fingers
you beautiful amazon of life.
Hands of virgin,
hands of warrior
hands of Nita.

DREAM

What a burning dream
inside your mouth :
caught and let go
surrendered to your bite
carried away
pushed and sucked in
by the powerful strength
of your love.
And not wanting
anything else,
than being you
inside you
in the heart of your heart,
become part
of your own smell.


WHEN I'LL BE FAR AWAY

When I'll be far away
I'll dream about you
and, dreaming of you,
I will try
not to dream
thinking of touching
for real
your moon skin
your hair
and will put my hand
on your back
under your t-shirt
you guiding me there
laughing for our ….
And I'll succeed,
to get a grip,
even on the ghost.

 

 


 


  Paolo Ruffilli Mail: paolo.ruffilli@alice.it